SUPER SIDEKICKS 2: The World Championship
di @Luca Abiusi

supersidekicks2_usaflyer2.png (22143 bytes)Esce due anni dopo Super Sidekicks per rinnovare. Quindi la grafica viene riscritta, la cadenza delle azioni rivista, il gameplay arcade potenziato. Ed è brava SNK a non rischiare di produrre il videogioco fotocopia, così per potersi studiare meccaniche di revisione e arrivare prima del resto. Si vedrà come il primo episodio gli sia ancora oggettivamente superiore, ma si avrà altresì modo di apprendere quanto nel suo genere Sidekicks 2 si assesti al vertice, e di come si appresti a una visione del calcio diffusamente futuristica pur ripercorrendo la strada della xenofobia e riportandosi al grado triviale dell’interazione arcade. La versione ufficiale del cabinato possiede una stazione a due posti con sedili, un megaschermo da più di trenta pollici, diffusori stereo amplificati: Super Sidekicks 2 è in effetti il gioco sportivo più impressionante che il mercato dei coin-op potesse permettersi di offrire in pieno ’94. Qui da noi in particolar modo il soccer di SNK ebbe un riscontro di allarmanti proporzioni. Ma del resto era un gioco del calcio.

Si metta pure da parte il prequel. Super Sidekicks 2 realizza la cinepresa. Si decide per quest’inquadratura televisiva laterale che riprende i corpi iperrealisti dei calciatori a concedere una visuale del campo più ampia a livello di semiprospettiva, semplificando le fasi del passaggio a un compagno disposto in linea d’orizzonte. I settaggi del pre-partita prevedono l’opzione di una peculiare “azione di fuoco”, la quale regolerà l’atteggiamento in campo del collettivo in funzione di un roster di possibilità strategiche. Così si avrà il Full Team Power Up (settaggio base) che ridistribuisce le potenzialità della squadra creando la stessa temibile tanto in attacco che in difesa. In alternativa si potrà scegliere il Defense Power Up o l’Attack Power Up per impostare la squadra sul difensivismo trapattoniano o verso l’attacco unilaterale di Zeman. Il Teamwork Power Up esalta e radicalizza il gioco a ragnatela, al contrario dell’Ace Striker Power Up, che è l’opzione che ci piace, che concede pieni poteri al fattore Ace. Tale funzione era invero avvistabile anche nel predecessore, eppure adesso si afferma sicuramente più efficace nel momento in cui il giocatore Ace potrà avere un tiro diretto devastante, in grado di piegare le mani al portiere e fare aumentare in modo significativo la percentuale di goals. Se è vero che a concentrare le tecniche offensive nel singolo uomo si finisca per guidare una rimanente compagine di inetti, questo tipo di tattica paga, fa vincere le partite coi contrasti e i tiri da fuori area.

In fase di preparazione al tiro, Super Sidekicks 2 introduce il fattore Chance. Sicché arrivati più o meno a tre quarti campo sul giocatore in possesso della palla apparirà persistente per un secondo la scritta in questione a indicare l’opportunità di tiro immediato; si deve per cui rispondere velocemente col tasto del tiro in porta (A), per far sì che l’inquadratura cambi in favore di questa spettacolare visuale soggettiva entro cui direzionare a mezzo mirino. Ma insaccare in tal guisa è mansione per virtuosi. A considerazione della proibitiva distanza il portiere tende generalmente all’intercetto, benché la percentuale di realizzazione vari anche in accordo all’iniziale disposizione della squadra (vedi sopra). Ulteriore innesto, ma in questo caso meno radicale, quello del tasto C, la cui pressione consente un breve allungo della palla, e che è utile a guadagnare qualche metro sul difensore di guardia. E per il resto vi è l’interezza dell’azione arcade del referente, con le cannonate al volo consecutive, la violenza arbitraria e i falli fischiati solo in caso di morte accertata. Si riscontra una A.I. alquanto discutibile nel momento della ribattuta del portiere avversario, in virtù del fatto che quando la palla finisce vicino l’attaccante, con la porta vuota e spalancata, questi tende a non autoselezionarsi e altresì a ignorare del tutto la sfera, facendo sfumare l’occasione. Dal punto di vista grafico Super Sidekicks 2 è un capolavoro. Sa coniugare poderosi effetti di scaling e di pavimentazione prospettica a un compartimento di caratterizzazioni di struttura manifesta e ricchezza di fotogrammi. Scompaiono le musiche in game, sostituite da avvolgenti effetti da stadio e cori campionati. Questo Super Sidekicks 2 è, per chi scrive, un poderoso mezzo di affermazione del calcio bidimensionale per sale giochi, nonché un punto di svolta cruciale per il futuro della saga.









 

  Piattaforma Coin-op
  Titolo Super Sidekicks 2: The World Championship - 得点王 2:世界锦标赛 - JP: [....]
  Versione Americana
  Anno immissione 1994
  N. Giocatori 1/2
  Produttore SNK
  Sviluppatore SNK
  Designers Eikichi Kawasaki, T. Nakamura, Yellow Beat (??), Mic-Senbey (??)
  Compositore Jojoha Kitapy, Brother Hige (??), Akibon (??)
  Sito Web www.snkplaymore.co.jp 
  Sist. di controllo Digitale - Joystick
  Numero tasti 3
  Orientamento Orizzontale - Yoko Mode
  Scrolling Multidirezionale, sprite scaling
  Risoluzione 320 x 224
  Formato Cartuccia - NEO GEO Multi Video System
  Emulazione Completa [testato su MAME]
  Genere Sport
  Rarità
  Quotazione 60 - 80 € [AES] 10 - 15 € [NEO GEO CD]
  OST No

  A parte per un primo caricamento della durata di mezzo minuto circa, l’edizione NEO GEO CD di Super Sidekicks 2 si comporta come su AES. Il titolo non avrebbe mai ottenuto port esterni.